• Seleziona il tuo sito internet

Introduzione

“Di una città non godi le sette o le settantasette meraviglie, ma la risposta che dà a una tua domanda”.
Italo Calvino, tratto da “Le città invisibili”

Smart Cities & Citizenship

Città e innovazione sono un binomio inscindibile perchè la tecnologia rinnova il significato di convivenza urbana. Nelle cosiddette “smart cities” le tecnologie digitali e le reti sociali, composte e animate dai cittadini, cooperano al miglioramento degli stili di vita e di interazione nelle città. La “città intelligente” è dunque un tutt’uno con la “cittadinanza intelligente”.

In Europa il tema delle “smart cities” si intreccia con l’Agenda urbana e l’Agenda digitale, parte integrante della strategia Europa 2020. Essa attribuisce un ruolo determinante alle città per migliorare la vivibilità nei cittadini negli spazi urbani. Il prof. Mark Deakin, che partecipa al progetto “Smarter Cities dell'Unione europea”, afferma: “Quando si parla di e-utopie, ci si riferisce all'idea di governare bene, rendendo città più inclusive socialmente e con un migliore accesso ai servizi”.

Ci sono impatti anche sul versante giudirico-legale. Il “diritto alla cittadinanza”, affrontato nell’articolo 15 della Dichiarazione universale dei diritti umani, se associato alla trasformazione delle città in modo più “intelligente”, si estende idealmente alla sfera dell’esercizio dei diritti democratici attraverso la tecnologia. Quest’ultima, consentendo infatti una più ampia partecipazione dei cittadini, facilita la funzione civica di controllo del funzionamento e della trasparenza delle istituzioni.

Oggi nelle città vivono 3.3 miliardi di persone. Secondo le proiezioni delle Nazioni Unite, da qui al 2050 la popolazione mondiale raddoppierà e il 70% si riverserà nelle città, facendo aumentare la richiesta di spazi urbani, infrastrutture e servizi. Per gestire la complessità urbana attuale e futura, sono necessari tool digitali che consentano ai cittadini di esercitare attivamente la propria cittadinanza, attraverso la conoscenza, il confronto e la collaborazione.

L'innovazione nelle ICT può rendere i servizi pubblici più efficienti, se maggiormente inclusivi e sviluppati in collaborazione con gli utenti. La sfida sta nel saper interpellare i dati per migliorare qualitativamente la vita di tutti i cittadini.

La diffusione di mobile devices e delle reti di sensori offrono, oggi, soluzioni innovative in vari settori: lavoro, mobilità, utilizzo degli spazi, condivisione di idee e informazioni, mappatura e monitoraggio dei processi di funzionamento della città, controllo e rating di servizi.

Il Premio 2014 in Italia

Smart Cities & Citizenship