• Seleziona il tuo sito internet

Il tema

Il Premio 2013

Il Premio 2013 della Fondazione Altran “Waste to Energy: dal 1° principio della termodinamica alla 2a legge della sostenibilità” si propone di individuare e premiare un progetto tecnologico innovativo che contribuisca a implementare:

  • Tecnologie più efficaci e meno dispendiose per produrre energia utile da rifiuti e residui (dove i “residui” includono anche il calore scartato da processi produttivi)
  • Maggiore consapevolezza da parte dei consumatori delle potenzialità associate al recupero di materia ed energia utile da rifiuti e residui
  • Produzione di carburanti alternativi da rifiuti o residui per una mobilità sostenibile
  • Riduzione delle emissioni di gas serra in atmosfera attraverso l’utilizzo di combustibili alternativi prodotti dal recupero di residui di attività industriali o agricole
  • Sistemi di monitoraggio e controllo ambientale del processo di recupero energetico dai rifiuti o dai residui di altri processi

Qualche dato:

  • Nel panorama europeo l’Italia è fra gli ultimi paesi in classifica per quanto riguarda la percentuale di rifiuti (18%) avviati al recupero energetico.
  • All’inizio 2011 erano attivi 53 grandi impianti per il trattamento termico dei rifiuti urbani aventi una capacità nominale di 21.693 t di rifiuti trattati al giorno ed una potenza elettrica installata di 782 MW.
  • Il 70% della volumetria riscaldabile della città di Brescia, corrispondente a circa 20.000 utenze collegate da una rete sotterranea di 630 km, è servita con calore ed energia elettrica prodotti dalla termodistruzione dei rifiuti urbani.
  • La produzione di biodiesel e bioetanolo immessa al consumo in Italia è stata pari a 1.367.434 t nel 2010. Tale attività ha dato lavoro a 375 persone e ha generato un fatturato complessivo di oltre 1,3 mld €.
  • I biocarburanti possono contribuire a ridurre fino al 30% le emissioni di polveri sottili (PM10), particolarmente nocive per l’apparato respiratorio dell’uomo, e fino al 100% le emissioni di composti azotati (NOx), responsabili delle piogge acide e della corrosione di edifici e rivestimenti.