• Seleziona il tuo sito internet

Introduzione

Gel con cellule staminali per la medicina rigenerativa

Il Premio 2012 della Fondazione Altran per l’Innovazione in Italia, è stato assegnato a Fabiola Munarin, 29 anni e proveniente da Milano, per il suo progetto "Gel con cellule staminali per la medicina rigenerativa", il cui obiettivo è la rigenerazione di tessuto adiposo mediante l’utilizzo di un gel iniettabile caricato con le cellule staminali del paziente. La cerimonia di premiazione si è svolta il 26 novembre 2012 nella prestigiosa Villa Mondragone (Monte Porzio Catone, Roma), residenza dell’Università degli Studi di Roma Tor Vergata, partner di Altran Italia e della Fondazione Altran per l’Innovazione per il bando di concorso "Bioingegneria e staminali: idee per la vita". Il Premio è stato conferito dal CEO & Chairman di Altran Italia, Marcel Patrignani, e dal Presidente Onorario con delega all’Etica, Dott.ssa Aurora Sanza.

Fabiola Munarin
Fabiola Munarin

Al momento della proclamazione, Fabiola Munarin ha dichiarato: "Sono orgogliosa di aver vinto il Premio della Fondazione Altran 2012 che ci aiuterà ad accelerare lo sviluppo del nostro prodotto. Vorrei ringraziare la giuria per aver preso in considerazione il contributo della nostra innovazione tecnologica per il bene comune".

Il progetto vincente si inserisce nell’ambito della rigenerazione di tessuto adiposo in pazienti affetti da gravi forme di lipoatrofia dovute a iniezioni ripetute di farmaci per il trattamento di diabete, patologie autoimmuni o metaboliche. Per questo tipo di pazienti, l’autotrapianto di lipoaspirato non è possibile a causa della scarsa disponibilità di tessuto adiposo in altri distretti del corpo. Inoltre, protesi e riempitivi permanenti sono scarsamente utilizzati a causa delle problematiche di mobilizzazione delle protesi e riassorbimento dei riempitivi.



Nei casi più gravi, difficilmente trattabili da un punto di vista clinico, gli esiti disfiguranti della lipoatrofia causano severe ripercussioni anche dal punto di vista psicologico sul paziente, incidendo sulla vita personale e sociale. Il progetto propone un gel iniettabile a base di pectina caricato con cellule staminali per la rigenerazione di tessuti molli affetti da lipoatrofia mediante l’immobilizzazione nel gel di pectina di cellule staminali mesenchimali estratte dal tessuto adiposo del paziente. Il gel sviluppato potrà essere utilizzato in prospettiva anche come veicolo e supporto per cellule diverse rispetto alle staminali estratte dal tessuto adiposo (ad esempio staminali embrionali, staminali da midollo osseo) per la rigenerazione di varie tipologie di tessuti, quali ad esempio il tessuto cartilagineo o osseo.



Il Premio della Fondazione Altran in Italia è il quinto ad esser stato consegnato in Europa nel 2012. Otto Paesi stanno partecipando al concorso scientifico internazionale organizzato dalla Fondazione Altran per l'Innovazione. Quest'anno, ai candidati italiani è stato chiesto di esplorare il tema "Bioingegneria e staminali: idee per la vita", un bando che poteva comprendere progetti e lavori atti a comprendere e approfondire i meccanismi di crescita delle cellule staminali per la riparazione di organi e tessuti danneggiati, a realizzare organi e tessuti artificiali e a creare nuovi protocolli terapeutici o sistemi informativi per il controllo dell’immagazzinamento delle cellule staminali e la gestione dei dati derivati.



Quattro finalisti hanno partecipato alla Cerimonia del Grand Oral per esporre i loro progetti a una giuria composta da quattro esperti nel settore scientifico di fama internazionale: la Dott.ssa Gianna Milano, giornalista di divulgazione medica e scientifica, il Prof. Giuseppe Novelli, componente del Consiglio Direttivo dell’ANVUR (Agenzia Nazionale di Valutazione delle Università e della Ricerca) e membro dell’Agenzia Europea del Farmaco (EMA), il Prof. Ernesto Reverchon, professore Ordinario di Impianti Chimici, presso l’Università di Salerno e presidente della Commissione Scientifica di Ingegneria Industriale e dell’Informazione, Prof.ssa Maria Cristina Tanzi, Professore Straordinario di Bioingegneria Industriale (ING/IND-34) presso il Dipartimento di Bioingegneria del Politecnico di Milano.

Galleria fotografica

Guarda le immagini dei momenti più significativi della Cerimonia di Premiazione che si è svolta a Villa Mondragone, la suggestiva sede di rappresentanza dell'Università degli Studi di Roma Tor Vergata, a Monte Porzio Catone (RM).